Invito al tavolo: muovere il turismo

Invito al tavolo: muovere il turismo

Commenti disabilitati

Cartoline_solo_testo-04

Uno dei grandi effetti della diffusione dell’automobile in Italia dal dopo guerra in poi è stato lo sviluppo del turismo, un settore diventato presto cruciale per l’economia del nostro paese.

L’accresciuta mobilità dei cittadini italiani si è tradotta nella possibilità di esplorare in lungo e in largo lo stivale conseguentemente alla creazione della rete stradale e autostradale. Lo sviluppo asimmetrico delle infrastrutture necessarie alla circolazione delle automobili ha rappresentato un vantaggio competitivo per alcune zone del paese che hanno saputo attrarre le prime masse di turisti attraverso la presentazione di un’opportuna offerta turistica.

Se da un lato questa operazione ha portato benessere economico nelle aree interessate dal fenomeno, dall’altro si è tradotto in una standardizzazione dell’offerta turistica con conseguente consumo di territorio e la trasformazione del grande patrimonio storico e paesaggistico locale in una sorta di gigantesco parcheggio intervallato da monumenti di inestimabile valore artistico e culturale.

Le aree che sono state risparmiate da questa prima ondata di turismo massificato e irresponsabile, a seguito del cambio degli stili di vita e della riscoperta di nuove forme di mobilità, si ritrovano oggi nella condizione di diventare mete di destinazione turistica riservate a coloro che sono alla ricerca di località il cui patrimonio naturale, artistico, storico e culturale è stato preservato dal turismo di massa.

Le rovine di Machu Picchu, le Isole dei Principi a Istanbul e la sontuosa Venezia sono solamente alcuni dei molteplici esempi di come il mancato uso dell’automobile privata possa essere trasformato in uno strumento di attrazione turistica e di valorizzazione del territorio.

Sabato 11 aprile, nell’ambito degli Stati Generali della Mobilità Nuova, sarà organizzato un tavolo di confronto tra operatori pubblici e privati che vogliono valutare assieme i fattori di successo delle migliori esperienze nel mondo del turismo e cooperare per la creazione di sinergie che sappiano generare crescita economica attraverso la Mobilità Nuova.

Il turismo può contribuire allo sviluppo di forme di mobilità capaci di mettere al centro la tutela della persona e dell’ambiente che la circonda, se anche tu operi nel turismo e vuoi far parte di questo cambiamento, ti invitiamo a partecipare.

Paolo Pinzuti – bikeitalia.it

Debora Sanna – Officine Kairòs

Related Posts

Contatti

Segreteria organizzativa: statigeneralimobilitanuova@comune.bo.it Rete Mobilità Nuova: info@mobilitanuova.it

Back to Top